La giornata di riflessione di lunedì ha prodotto il risultato meno scontato: nonostante la pressione dell’opinione pubblica, Leonardo Semplici rimane l’allenatore della SPAL, almeno per le prossime due partite. Parlare di fiducia a tempo non è del tutto appropriato, ma i vertici dirigenziali – dopo aver vagliato ogni scenario – hanno voluto confermare l’appoggio all’allenatore, chiedendogli una svolta, di carattere e di risultati, sul breve termine. D’altra parte lo spogliatoio sarebbe ancora in larga misura dalla parte del tecnico toscano e quindi un cambio (con relativo aggravio sui conti tra ingaggio del successore con annesso staff al seguito) sarebbe motivato solo dal tentativo di dare un impronta di gioco diversa all’attuale organico.

Nella serata di domenica avevano preso seriamente corpo le indiscrezioni che volevano la SPAL interessata a Gianni De Biasi, ma l’allenatore di Sarmede avrebbe cortesemente declinato l’interessamento del club biancazzurro, rafforzando così indirettamente la posizione di Semplici. Secondo Gianluca Di Marzio di Sky Sport, la SPAL starebbe anche vagliando di anticipare il ritiro pre-partita in vista del match di Roma allo scopo di mandare un messaggio significativo alla squadra. Non è ben chiaro se l’incontro pomeridiano abbia incluso anche delle riflessioni sulle strategie di mercato, al di là della presa di coscienza delle difficoltà attuali dettate dalla preoccupante situazione d’infermeria che vede Fares e D’Alessandro ancora molto lontani dal rientro (fine gennaio-metà febbraio) e le contemporanee indisponibilità di Di Francesco, Sala, Strefezza e Reca.



Leaderboard Derby 2019