La SPAL torna da Roma con la consapevolezza di aver giocato un buon primo tempo, pur sapendo che per salvarsi servirà altro. Al termine della partita dell’Olimpico a presentarsi ai microfoni dei cronisti è stato Simone Missiroli uno dei giocatori più esperti a disposizione di mister Semplici. Queste le sue parole.

“Nel primo tempo ci abbiamo creduto, giocando una buona partita e riuscendo a limitare il loro gioco tra le linee, con qualche buona occasione per sbloccarla. Nell’intervallo ci siamo detti di fare la stessa partita, rimanendo compatti per poi provare a sfruttare gli spazi in contropiede, ma abbiamo subito un gol un po’ sfortunato, visto che eravamo tutti posizionati bene in quella circostanza. Credo sia stato l’episodio decisivo perché ci ha un po’ intimoriti, permettendo alla Roma di uscire con la sua qualità. Loro sono una squadra in grado di mettere in difficoltà chiunque, lo abbiamo visto anche attraverso i video durante la settimana”.

“Un gol come quello, in questo momento, ha grosso peso perché un po’ per la classifica che abbiamo un po’ per situazioni avverse come gli infortuni c’è negatività ed è normale che venga a mancare tranquillità. Noi però dobbiamo tenerci stretto il primo tempo e cercare di riproporlo già sabato, per novanta minuti, a Torino. Non è facile, ma dobbiamo crederci”.

“Il ritiro può servire o non servire, sono scelte che si fanno. Abbiamo lavorato bene, con tranquillità, ma il gruppo era già compatto, quindi al di là della possibile scossa io non credo molto in queste cose”.

“Il mister giustamente è stato confermato perché è bravo, ha dato tanto alla società e noi lo seguiamo. Durante la settimana noi ci alleniamo bene e cerchiamo di mettere in pratica quello che ci dice, come gli anni passati. Sicuramente i risultati sono fondamentali, dobbiamo reagire e cercare un risultato che ci dia slancio giusto per il prosieguo della stagione”.



Leaderboard Derby 2019