A Mantova il Kleb Basket Ferrara ha vissuto quella che forse è stata la domenica più surreale della sua giovane storia, visto che un malore improvviso ha portato via il vicepresidente Marco Cocchi proprio mentre era in corso il match tra lo stesso Kleb e la Pallacanestro Mantovana.

Il dirigente biancazzurro, 50 anni, è stato colpito da un attacco cardiaco nel corso del terzo quarto della sfida giocata alla Grana Padano Arena di Mantova. Soccorso prontamente dallo staff medico presente nella struttura, è stato rapidamente trasportato all’ospedale Carlo Poma, dove poi è deceduto nonostante un intervento chirurgico d’urgenza.

Cocchi stava assistendo alla partita a bordo campo, a fianco del presidente D’Auria, quando si è accasciato al suolo. La partita è stata subito interrotta e la situazione è sembrata grave sin dai primi istanti. La macchina dei soccorsi si è attivata tempestivamente: a Cocchi è stato eseguito per diversi minuti il massaggio cardiaco. Poi la corsa all’ospedale, dal quale in realtà sono inizialmente arrivate notizie rassicuranti. In seguito la situazione si è ulteriormente aggravata, Cocchi è stato colpito da una seconda crisi cardiaca, questa volta risultata fatale. 50 anni, avvocato e commercialista molto conosciuto in città, era impegnato nelle vicende della palla a spicchi nostrana dal lontano 2011, quando affiancò Fabio Bulgarelli nell’acquisizione della neonata Pallacanestro Ferrara. Lascia una moglie e due figli.

Il Kleb ha espresso immediato cordoglio attraverso i propri canali ufficiali.



Leaderboard Derby 2019
leaderboard myes
Leaderboard Global