Quando il 17 giugno 2019 abbiamo lanciato il crowdfunding per finanziare le trasferte 2019-2020 de LoSpallino.com non potevamo certo prevedere una stagione così… ricca di eventi. Gli infortuni di giocatori chiave, la partenza di un pilastro come Kurtic, l’esonero di Semplici e pure una pandemia globale in grado di far slittare il campionato avanti di tre mesi rispetto ai programmi.

Questa esperienza ci ha insegnato due cose. La prima: abbiamo un pubblico straordinario, perché abbiamo raccolto 2.741 euro sui 3.000 che ci eravamo prefissati (200 fuori dalla piattaforma GoFundMe, con PayPal e pure consegne in contanti direttamente al “Mazza”) e assieme a quel denaro ci sono arrivati messaggi di sostegno ancora più preziosi. La seconda: ricompensare chi ci ha sostenuto si è rivelato meno agevole del previsto a causa – appunto – degli eventi citati precedentemente, ma anche dell’inesperienza. Alcuni hanno ricevuto il pensiero che gli abbiamo dedicato, altri stanno ancora aspettando, ma puntiamo a rimediare (ci arriviamo a breve).

COME ABBIAMO SPESO I SOLDI
Avevamo messo in preventivo di percorrere 14.669 km per raccontarvi tutte le partite che la SPAL avrebbe giocato lontano da Ferrara, a partire da quelle in programma a Tarvisio, Valles e qualunque altra località del precampionato. Per il momento ci siamo fermati a 11.227 km per via delle restrizioni imposte dalla pandemia. Abbiamo dovuto rinunciare al viaggio a Parma, quando l’Italia cominciava a entrare in pieno allarme per il Covid-19 (era l’8 marzo) così come a Napoli e Genova per l’esiguo numero di accrediti messo a disposizione in base al protocollo Figc (massimo 10 o 20 giornalisti, in base ai posti).

Abbiamo speso complessivamente 1.943 dei 2.741 euro ricevuti: sono serviti a pagare carburante per le auto, pedaggi autostradali, biglietti ferroviari e occasionali pernottamenti nei casi in cui fosse problematico fare un’andata-e-ritorno nell’arco di una giornata (es.: Lecce) senza intaccare profondamente la qualità del servizio che cerchiamo di offrire. Con altri 625 euro di spese avremmo completato la stagione, arrivando così a 2.568. In tal caso sarebbero quindi rimasti fuori 173 euro derivanti da risparmi vari (utilizzo di promozioni delle compagnie ferroviarie; incastri con altri impegni lavorativi dei collaboratori che non hanno richiesto copertura di costi). Il proposito è ovviamente di conservare qualunque tipo di somma extra per metterla a disposizione del prossimo budget-trasferte 2020-2021.

COME VORREMMO RINGRAZIARVI
Oltre ad aver incluso i nomi (o le iniziali, per i più discreti) dei nostri sostenitori su una pagina del nostro sito, avevamo programmato la distribuzione di piccole ricompense per esprimere la nostra gratitudine a chiunque avesse fatto una donazione. L’obiettivo era quello di distribuire queste ricompense – ossia gadget vari – nella seconda parte del campionato, ma l’ottimismo e la pandemia ci hanno un po’ fregato.

L’ottimismo è quello che ha fatto sì che progettassimo una linea di gadget, in collaborazione con la nostra illustratrice di fiducia Francesca Pasqual, che includeva le figure di Semplici, Petagna, Kurtic e pure Igor. Cosa è successo tra gennaio e febbraio lo sapete, per cui ci siamo ritrovati a ridisegnare tutto da capo, con relativo allungamento dei tempi.

[un esempio di grafica divenuta inutilizzabile a causa del mercato di gennaio]

Fatto sta che ora siamo finalmente pronti a consegnare le ricompense rivedute e corrette a tutti i nostri sostenitori. Sempre grazie al talento di Francesca Pasqual abbiamo realizzato dei temi grafici che intrecciano il sentimento di unione che ci accomuna alla SPAL e la volontà di rimanere fiduciosi nonostante le avversità. Lo abbiamo fatto prendendo in prestito passaggi di cori che vengono cantati in Ovest e che celebrano il senso stesso dell’essere tifosi biancazzurri.

[la nostra nuova linea di adesivi per il 2020]
Assieme agli adesivi abbiamo realizzato anche borsine in cotone e sacche sportive in poliestere con il tema del rigorista. Ma non escludiamo di farne anche con gli altri due, nel caso giungessero richieste in questo senso.

[due dei gadget a disposizione per i sostenitori]

Ai donatori chiediamo di controllare accuratamente la propria casella di posta, perché avranno senz’altro ricevuto una mail – tramite GoFundMe – in cui si chiede loro di indicare la scelta della propria ricompensa e le modalità di consegna.
Nel caso qualcuno non l’avesse ricevuta chiediamo di farlo presente al nostro indirizzo di redazione: [email protected]



Leaderboard Derby 2019