Il campionato 2019/2020 si è mestamente concluso appena 15 giorni fa, ma è già ora di iniziare a prepararne un altro. Per giovedì 20 agosto è previsto il raduno della SPAL che dovrà affrontare il prossimo campionato di serie B. La prima giornata è (in teoria) fissata per sabato 26 settembre, pandemia di Sars-CoV2 permettendo.

Il gruppo che si ritroverà in via Copparo e che lavorerà al centro “Gibì Fabbri” senza partire per un vero e proprio ritiro somiglierà inevitabilmente a quello che ha chiuso l’ultima e anomala stagione. Non ci saranno i giocatori lasciati andare dopo la scadenza dei rispettivi contratti (Cionek, Felipe, Zukanovic, Sala, Valdifiori) e quelli tornati alle squadre d’appartenenza dopo i prestiti (Letica, Reca, Dabo, Cerri e Petagna). Dovrebbe invece esserci Floccari, a cui la SPAL ha proposto l’estensione del contratto in scadenza il prossimo 31 agosto.

In attesa della lista ufficiale dei convocati, questi sono i giocatori attualmente sotto contratto.

Portieri: Berisha (1989 / 2022); Thiam (1998 / 2021).
Difensori: Bonifazi (1994 / 2025); Vicari (1994 / 2022); Tomovic (1987 / 2021); Salamon (1991 / 2021); Spaltro (2000 / 2023).
Esterni: D’Alessandro (1991 / 2023); Fares (1996 / 2022); Strefezza (1997 / 2022); Dickmann (1996 / 2022); Mastrilli (1997 / 2021).
Centrocampisti: Castro (1989 / 2022); Valoti (1995 / 2022); Missiroli (1986 / 2021); Murgia (1996 / 2024); Tunjov (2001 / 2023); Esposito (2000 / 2022); Viviani (1991 / 2022); Mazzocco (1995 / 2022).
Attaccanti: Paloschi (1990 / 2021); Floccari (1981 / 2020); Di Francesco (1994 / 2023); Jankovic (1995 / 2022).

Molti di questi, verosimilmente, non vestiranno la maglia biancazzurra in serie B. Berisha, Bonifazi, Fares, Valoti e Murgia sono tra i giocatori che non intendono proseguire la loro esperienza a Ferrara. Castro, Viviani, Paloschi, Tomovic, Salamon e Di Francesco vanno altrettanto considerati nella lista dei cedibili a causa del peso dei loro ingaggi. Strefezza potrebbe essere sacrificato per generare una plusvalenza, nel caso arrivasse un’offerta sostanziosa.

Con una situazione del genere l’arrivo di volti nuovi è inevitabilmente subordinato alle cessioni e per questo è improbabile ci possano essere grandi novità nel corso di questa settimana. I contemporanei raduni delle altre squadre, soprattutto in serie A, potrebbero senz’altro accelerare alcune trattative. I contratti, d’altra parte, potranno essere ufficialmente depositati a partire dal prossimo 1 settembre e la sessione estiva rimarrà aperta fino al 5 ottobre.

Il programma della prima settimana di lavoro della SPAL non è ancora stato reso noto, ma la dirigenza ha già anticipato che i primi due giorni verranno dedicati ai test medici (tamponi compresi) e con tutta probabilità gli allenamenti veri e propri potrebbero iniziare tra sabato e lunedì. La prima amichevole potrebbe essere programmata già per il 29 o il 30 agosto, anche se Pasquale Marino non ha voluto sbilanciarsi più di tanto su questo argomento nel corso della sua presentazione ufficiale.



Leaderboard Derby 2019