Al termine di SPAL-Vicenza 3-2 Demba Seck è un ragazzo felice. Prima di segnare, probabilmente, non lo era del tutto ed a testimoniarlo c’è l’esultanza nervosa per il primo gol in carriera in serie B.

Il mio primo gol in serie B – ha detto nel postpartita – sinceramente me lo aspettavo diverso. In questi giorni mi sono allenato di più sull’entrare e calciare però, inaspettatamente, la rete è arrivata in un altro modo. Sono molto contento perché è da un po’ che cercavo il mio primo gol in questa competizione. Anche i compagni mi dicevano sempre di stare tranquillo perché prima o poi sarebbe arrivato anche per me questo momento. Oggi è stato quel giorno. Sono molto contento“.

Prima dell’incontro il mister è stato chiaro con noi. Ci ha detto subito che questa partita la dovevamo assolutamente vincere. Sapevamo che loro sarebbero arrivati cattivi e avrebbero giocato il tutto per tutto. Noi dovevamo essere più determinati di loro fin da subito e dimostrare che eravamo qua per fare i tre punti. È quello che abbiamo fatto“.

La spinta del pubblico è pazzesca. Sinceramente non avevo mai giocato in uno stadio così pieno di gente. Il pubblico dà una carica in più e ti sembra quasi di correre più forte. A volte sei provato, ma quando hai i tifosi che ti incitano non senti la stanchezza e, anzi, acceleri, anche se hai i crampi. È una sensazione incredibile“.

Per domenica riusciremo a ricaricare le energie nonostante gli impegni in questa settimana siano ravvicinati. Appena vinta una partita come questa magari vai a casa e sei contento, ma il giorno dopo sei consapevole che devi andare in campo più cattivo e determinato. È solo così che si vince. All’interno del gruppo c’è una bella atmosfera. Bisogna lavorare di più e dare il massimo già da domani per portare a casa un bel risultato anche contro la Ternana“.

 

foto: F. Rubin