foto Pescatore-Tucci

L’uomo copertina della sfida tra Cosenza e SPAL è sicuramente Giuseppe Rossi. L’attaccante italo-americano ha ritrovato il gol in Italia a distanza di più di tre anni e ad oltre un anno dall’ultimo assoluto, segnato quando vestiva la maglia del Real Salt Lake. Ecco i suoi commenti alle domande dei giornalisti nel post-partita riguarda la prestazione e il suo ritorno al gol.

Sono davvero contentissimo. Provare tutte queste emozioni di nuovo, ci voleva davvero. Esattamente come ci volevano questi tre punti, fondamentali per noi, per la classifica e per il morale. So benissimo che è solo la quattordicesima giornata, ma una partita così può insegnarci tante cose: ci dà confidenza e ci fa capire che possiamo e sappiamo soffrire e vincere”.

“Sul calcio d’angolo mi sono messo nella zona del portiere per fare un po’ di casino, Esposito ha messo bene la palla in mezzo e ho provato a saltare. Non sono solito fare gol di testa, ma questo è stato sicuramente importante“.

Giocare un tempo non era in programma, non me l’aspettavo e infatti sono stanco morto (ride, ndr). Però ho cercato di soffrire insieme alla squadra e di sacrificarmi il più possibile, non mi sono tirato indietro. La squadra mi ha aiutato tantissimo e quindi ringrazio tutti i miei compagni per quello che mi hanno dato oggi e spero sia solamente l’inizio di tanti altri punti. Tutti abbiamo fatto una partita di sacrificio e penso che possiamo andare tornare a casa fieri. Ci porteremo queste sensazioni per le prossime partite“.

Se mi chiedete della squadra penso che ci siano i mezzi per fare un grandissimo campionato. Abbiamo fatto 14 partite giocate bene anche se purtroppo non sempre siamo arrivati al risultato migliore che ci aspettavamo. Va bene così per il momento, mancano ancora tante partite e guadagnare tre punti anche in partite così da tantissimo morale per il futuro“.



Dimedia – leaderboard
Dinamica Media – leaderboard
Elite Division – leaderboard
MEIS – leaderboard
CFI – leaderboard