Due terzi di stagione sono andati in archivio e mancano ormai pochi mesi alla conclusione dei vari campionati. Dopo il ritorno a Ferrara del terzino Moustapha Yabre (2002) avvenuto nel mercato invernale, il quadro dei giovani biancazzurri in prestito nelle categorie minori si è leggermente allargato con le partenze di Campagna (2002), Biancheri (2002) e Pinotti (2003), tutti e tre originariamente inquadrati nei ranghi della Primavera affidata ad agosto a Fabrizio Piccareta.

CESARE GALEOTTI
Portiere (2002) in prestito alla Pergolettese (serie C girone A)
26 presenze, 2.340 minuti di gioco

Il campionato della Pergolettese non sta prendendo una bella piega (quartultimo posto con il tecnico Lucchini ancora a rischio esonero), tuttavia le prestazioni individuali del numero uno ferrarese continuano ad essere discrete per un esordiente al primo anno tra i senior. La difesa della squadra lombarda è la peggiore di tutto il girone con 51 gol al passivo, di cui ben 45 incassati da Galeotti che è diventato titolare alla fine di settembre, soffiando il posto al pari età Soncin. L’ultimo periodo ha visto un’incertezza fatale che ha dato il via alla sconfitta contro la Pro Sesto, ma nel complesso l’estremo difensore ha dato comunque buone risposte nei fondamentali del ruolo. Oltre alle fredde statistiche dei gol subiti da condividere soprattutto con una difesa a quattro molto spesso insufficiente, ci sono anche le parate che in varie occasioni hanno evitato passivi peggiori o addirittura salvato il risultato. Alcuni esempi: la deviazione in tuffo sul tiro a botta sicura del capocannoniere del girone Galuppini (nella sconfitta contro la capolista Südtirol), un altro intervento simile, decisivo, nel pirotecnico 3-3 contro il Seregno e la parata su Buric, del Legnago, in un altro pareggio vitale per la classifica. Verso fine gennaio anche un clean sheet nella vittoria in trasferta contro la Virtus Verona per 2-0. Viene segnalato molto bravo e preciso in particolare nelle uscite alte, forte dei suoi 192 centimetri d’altezza uniti ad una buona reattività già intravista nel campionato Primavera. Ad oggi non sembra ancora pronto per fare il titolare in una squadra di categoria superiore, ma l’esperienza viene col tempo e il ragazzo classe 2002 non sta di certo sprecando le opportunità che si ritrova a portata di guantoni.

[Riflessi e tecnica ci sono]

JAKUB ISKRA
Difensore/esterno (2002) in prestito allo Slask Wroclaw (serie A polacca)
9 presenze, 312 minuti di gioco

Rispetto alla prima parte di stagione non ci sono stati grossi miglioramenti per quanto riguarda il minutaggio dell’ex terzino della Primavera, tornato in patria negli ultimi giorni del calciomercato estivo 2021. Di recente qualche apparizione c’è stata: Iskra è stato mandato in campo alcuni minuti per tre partite consecutive, ma il tecnico dello Slask non l’ha mai schierato titolare a destra nel suo 3-4-2-1. Il campionato polacco è ripartito solo un mese fa dopo una lunga pausa, con la formazione di Breslavia ferma a metà classifica senza vittorie da sette gare. Iskra negli ultimi impegni di febbraio ha disputato rispettivamente 8, 12 e 45 minuti da subentrato, in sfide complicate contro avversari d’alta classifica, in cui i verderossi hanno racimolato soltanto un punto. L’esterno ha sempre preso il posto dell’attuale padrone della fascia di destra della squadra, Patryk Janasik, provando a fare il possibile in situazioni di punteggio sfavorevole. Contro il Piast Gliwice ha disputato tutto il secondo tempo dopo la prova sottotono del suo rivale di ruolo (condita da un autogol), ma con il punteggio già ampiamente in cassaforte per gli avversari ha potuto fare ben poco. Nell’ultima gara, invece, è tornato a scaldare la panchina per tutti i novanta minuti.

FEDERICO ZANCHETTA
Centrocampista (2002) in prestito alla Lucchese (serie C, girone B)
1 presenza, 11 minuti di gioco

Il periodo complicato è ormai alle spalle per il regista nato a Biella, che aveva anche disputato qualche minuto con la SPAL di Semplici in Coppa Italia. La lesione muscolare di secondo grado rimediata a inizio stagione è stata superata con la ripresa dei giochi a gennaio, tanto che il suo nome ha ricominciato a comparire tra i convocati a partire dalla gara interna contro l’Ancona. L’allenatore Pagliuca, però, ha deciso di non mandarlo in campo nelle otto partite disputate nell’ultimo mese dalla squadra toscana, ferma a metà classifica con diversi problemi da risolvere. Per ora la prima stagione da professionista è ferma agli undici minuti disputati in Coppa Italia, lo scorso agosto contro il Legnago. Un vero peccato, per un prospetto interessante che in una squadra come quella rossonera può sicuramente dire la sua. 

GEORGI TUNJOV
Centrocampista (2001), in prestito alla Carrarese (serie C, girone B)
21 presenze, 1.095 minuti di gioco, 3 gol

Non è ancora diventato un titolare inamovibile, ma la stagione a Carrara si può definire più che soddisfacente a fronte dei risultati ottenuti fino ad oggi. Sia personali sia di squadra. La Carrarese si trova in zona playoff e ha perso solo una volta con l’inizio del nuovo anno, trasmettendo quasi sempre delle ottime sensazioni. Il giovane estone è ormai una risorsa importante per i gialloblù allenati da Totò Di Natale, che continua ad alternarlo con il compagno Bramante nel ruolo di trequartista dietro le punte Petrelli e Doumbia. Nelle sei partite a cavallo tra gennaio e febbraio, l’ex Primavera è partito titolare tre volte contro Grosseto, Reggiana e Montevarchi, prima di accusare un problema fisico che l’ha tenuto fermo fino al ritorno nel successo contro il Gubbio (27 febbraio). Proprio nella recente sfida con gli umbri solo la traversa gli ha negato un gran gol dai venti metri, mentre nella partita contro la Reggiana di inizio febbraio è arrivata la terza marcatura stagionale (decisiva per il pareggio finale) grazie ad una perla balistica su punizione che ha fermato la capolista del girone. Una giocata che non è nuova per il classe 2001, visto che in maniera simile aveva siglato anche il 2-0 nel confronto di fine anno contro il Pontedera. La crescita del ragazzo sta procedendo in maniera ottimale, e tutto questo non può che far felici i vertici di casa SPAL che il 30 giugno decideranno se riportarlo alla base, per concedergli un’altra occasione con la casacca biancazzurra.

[Le capacità balistiche di Tunjov si confermano notevoli]

JIONATHAN CAMPAGNA
Attaccante (2002), in prestito al Ravenna (serie D, girone D)
7 presenze, 200 minuti di gioco, 2 gol

Quello che a inizio stagione era il capitano della Primavera ora è un’alternativa per il trio d’attacco del Ravenna che lotta per il ritorno nei professionisti. I giallorossi sono nel pieno di un testa a testa contro il Rimini capolista del girone D. A inizio febbraio Campagna si è fatto notare soprattutto per una doppietta nel 3-0 rifilato a domicilio al Seravezza Pozzi e per un assist recapitato a Saporetti per il gol del definitivo 3-1 al Mezzolara. Il Ravenna, nella quale gioca anche la meteora biancazzurra Polvani, al momento cavalca un’onda di 10 vittorie consecutive. Campagna per il momento è stato schierato una sola volta da titolare, da punta esterna che parte dal fronte sinistro, nel 3-1 alla Correggese dello scorso 16 febbraio.

PIETRO BIANCHERI
Attaccante (2002), in prestito al Montebelluna (serie D, girone C)
5 presenze, 220 minuti di gioco, 1 gol

La sua esperienza con la Primavera della SPAL era stata abbastanza problematica (6 presenze, 0 gol), mentre nel Montebelluna si sta togliendo qualche soddisfazione in più. Il fatto che la squadra veneta competa per salvarsi in serie D probabilmente aiuta un po’, ma fatto sta che nell’ultima partita il giovane centravanti si è sbloccato fissando il definitivo 2-2 nella sfida col Campodarsego. Su un totale di cinque apparizioni due sono arrivate con una maglia da titolare.

ALESSIO PINOTTI
Attaccante (2003), in prestito al Monza (Primavera 2)
2 presenze, 62 minuti di gioco, 1 gol

L’ultima vittoria in campionato della SPAL Primavera porta ancora la sua firma, in mezzo alle altre di quell’ampio 5-1 in casa del Lecce. Il suo trasferimento nel mercato di gennaio ha destato un po’ di sorpresa, ma probabilmente rispondeva alla volontà di cambiare completamente volto all’attacco della squadra allora allenata da Fabrizio Piccareta. A Monza, di fatto, Pinotti è sceso di categoria perché la formazione brianzola disputa il Primavera 2. In tre partite a disposizione per due volte è subentrato e in un’altra non è stato convocato. Nel derby contro la Cremonese, perso 3-2, è anche andato a segno, ma al tempo stesso è stato espulso in quanto coinvolto in una gazzarra finale che ha portato a cinque cartellini rossi complessivi. La Primavera del Monza è in lotta per le posizioni di vertice nel girone A e dopo 18 giornate è al quarto posto con una distanza di 8 punti dalla capolista Parma.

Tra i giovani ragazzi della SPAL in prestito c’è anche Marco Meneghetti (2001), portiere che nella stagione 2019/2020 ha difeso la porta della formazione Primavera all’epoca allenata da Luca Fiasconi. Il ragazzo nato a Motta di Livenza ricopre il ruolo di secondo nel Gubbio (serie C, girone B) dove è arrivato l’estate scorsa negli ultimi giorni di calciomercato. Fin qui l’ex spallino non ha mai avuto occasione di mettersi in mostra, chiuso nel ruolo dal titolare coetaneo Simone Ghidotti.



Dinamica Media – leaderboard
MEIS – leaderboard
Dimedia – leaderboard
Elite Division – leaderboard
CFI – leaderboard