Chi segue LoSpallino.com da un po’ di tempo sa quanto ci piaccia tenere d’occhio gli ex biancazzurri nei loro sviluppi di carriera successivi. Per questo non può far piacere vedere che per ciascuna vincitrice dei tre gironi di serie C c’è stato un protagonista che in tempi recenti ha vestito i colori della SPAL.

[foto di Isabella Gandolfi]
Nel girone A ha fatto festa il Sudtirol, squadra con sede a Bolzano, che per la prima volta nella sua storia ha conquistato l’accesso alla serie B. A difendere la porta degli altoatesini c’era Giacomo Poluzzi (1988), a Ferrara dal 2017 al 2019 (2 presenze), che ad oggi è il portiere meno battuto d’Italia con appena 9 reti subite in 38 gare. Poluzzi è alla seconda stagione al Sudtirol dopo una parentesi alla Virtus Francavilla, sempre in serie C. Nella rosa allenata da Ivan Javorcic tra gli altri c’è anche Eklu Shaka Mawuli (1998), centrocampista ghanese che aveva iniziato la stagione alla Lucchese e in passato aveva giocato con la Primavera della SPAL, venendo aggregato saltuariamente al gruppo della prima squadra.

Nel girone B il Modena di Tommaso Silvestri (1991) ha vinto l’appassionante volata contro la Reggiana ed è tornato in B dopo sei anni nei quali ha anche conosciuto il fallimento e la ripartenza dalla serie D. Silvestri ha giocato 22 partite (21 da titolare) e segnato 2 gol, di cui uno nel 4-0 finale al Pontedera che ha innescato la celebrazione al “Braglia”. Per il centrale difensivo è la seconda promozione in B in carriera. Dopo aver lasciato la SPAL nel 2017 ha giocato sempre in terza serie: una stagione a Trapani (28 presenze, 6 gol) e tre al Catania (105 presenze, 5 gol).

Nel girone C invece è stata finalmente l’anno del Bari dopo due tentativi a vuoto. A guidare l’attacco dei pugliesi ha provveduto ancora una volta Mirco Antenucci (1984) con 15 gol in 33 apparizioni, che hanno portato il conto totale a 53 reti totali nell’arco di 105 partite giocate col Bari dal 2019, anno della sua cessione da parte della SPAL. Il contratto dell’attaccante molisano scadrà a giugno 2023. Nota a margine: il Bari è allenato da Michele Mignani, ex centrale che giocò alla SPAL nei primi anni Novanta.

E POI TUTTI GLI ALTRI

Altri ex biancazzurri in serie C potranno provare a raggiungere i tre vincitori con i playoff allargati (a 28 squadre) che mettono in palio l’ultimo posto disponibile per la promozione al piano superiore.

Per quanto riguarda il girone A la Pro Vercelli di Vitale e Rizzo se la vedrà al primo turno con la Pergolettese di Galeotti (in prestito, è ancora di proprietà della SPAL), Nava e Arini. Castiglia e il suo Piacenza invece sfideranno la Juventus U23. Entrerà in gioco dal turno successivo il Renate nel quale giocano Albertoni, Spaltro (anche lui in prestito) e Piscopo. Stefano Vecchi, allenatore della FeralpiSalò, proverà a portare i gardesani il più avanti possibile dopo il terzo posto alle spalle di Sudtirol e Padova.

Sguardo al girone B: la Reggiana di Cremonesi e il Cesena di Missiroli partiranno dalla fase nazionale, mentre al primo turno ci sarà un Pescara-Carrarese che metterà di fronte Pontisso e Tunjov (ancora sotto contratto con la SPAL). C’è anche un Gubbio-Lucchese che da una parte vede Meneghetti e dall’altra un manipolo di ragazzi passati perlopiù per le giovanili biancazzurre o che hanno fatto da semplici comparse in prima squadra: Coletta, Picchi, Zanchetta (attualmente in prestito), Babbi e Ubaldi.

Infine il girone C: il Monopoli di Pambianchi proverà a superare il Picerno nel primo turno, mentre Branduani e il suo Catanzaro entreranno in scena nella fase nazionale.

CHI LOTTA E CHI PIANGE

Un paio di ex, purtroppo per loro, sono scivolati addirittura in serie D. Sono i casi di Gasparetto (Legnago, girone A) e Corsi (Vibonese, girone C). Altri dovranno provare a evitare questo scenario attraverso il playout. Il Trento di Marchegiani si giocherà la permanenza in serie C con la Giana Erminio allenata da Matteo Contini (che ha preso il posto di Oscar Brevi). Il Seregno, nel quale gioca Gentile, andrà invece sul campo della Pro Sesto. La Pistoiese con Seculin in porta sfiderà la Fermana, la Fidelis Andria di Legittimo sarà opposta alla Paganese.



Dinamica Media – leaderboard
MEIS – leaderboard
Dimedia – leaderboard
Elite Division – leaderboard
CFI – leaderboard