Grazie a una prestazione convincente col Frosinone e ai risultati favorevoli dagli altri campi, è arrivata la tanto agognata salvezza per la SPAL di Roberto Venturato. Un bel sospiro di sollievo soprattutto per il tecnico dopo un girone di ritorno che, in termini di risultati, non ha sicuramente soddisfatto nessuno, lui per primo. Queste le parole del mister biancazzurro al termine della partita di oggi.

LA PRESTAZIONE – “Oggi abbiamo fatto una buonissima prestazione, facendo finalmente il risultato che meritavamo, mentre in tante altre occasioni non ci eravamo riusciti. Devo fare un plauso alla squadra, perché ha sempre lavorato con la convinzione e la consapevolezza di aver imboccato la strada giusta e questo ci ha permesso di ottenere il risultato che cercavamo, cioè mantenere la categoria. Non riuscire a fare i risultati che avremmo meritato rimane una cosa molto indigesta dal punto di vista professionale. Devo fare anche i complimenti al nostro pubblico perché vincere in questo stadio è ancora più bello”.

IL RAPPORTO CON LA CITTA’ – “Ferrara è una realtà che merita un calcio di alto livello. Nello sport capita di non riuscire a ottenere risultati, ma quel che rimane è il lavoro fatto, con la serietà e la consapevolezza di aver dato tutto, anche commettendo errori. La cosa più bella che ho vissuto in questi mesi però è stato l’impatto con la gente, che mi ha sempre dato grande carica e entusiasmo”.

COSA SALVARE – “Fare risultato in questo stadio è una grande gratificazione, anche se rimane il rammarico per i risultati che avremmo meritato e sono sfumati. Nel calcio si impara sempre e dobbiamo portarci a casa qualcosa di positivo anche da una stagione che non è sempre stata bella come risultati, ma che ci lascia la consapevolezza del lavoro svolto”.

VERSO BENEVENTO – “La testa era alla partita di oggi, ora ci manca una partita importante contro una squadra coinvolta nella lotta playoff. Stasera dobbiamo essere bravi a festeggiare, prima di prepararci per la prossima partita. Per quanto riguarda le dediche credo vadano fatte a tutti i ragazzi e al pubblico che oggi è stato davvero qualcosa di bellissimo”.

I SINGOLI – “Latte Lath è un ragazzo che ha avuto un infortunio grave e anche durante la settimana bisogna dargli qualche tempo di recupero per evitare si faccia male nuovamente. Lui è sempre stato bravo a lavorare con dedizione ed a capire il momento, oltre a farsi trovare pronto quando è stato chiamato in causa. Thiam è rientrato quando Alfonso ha avuto l’influenza, giocando molto bene. Credo abbia qualità molto importanti e deve guardare avanti”.

LA REAZIONE DOPO IL CROTONE – “La squadra ha sempre avuto compattezza, unione e spirito, come confermato dalle tante partite recuperate nei minuti finali, anche in occasioni in cui avevamo commesso errori di troppo. Col Crotone abbiamo sbagliato il primo tempo, mentre nel secondo tempo siamo stati bravi a recuperare. Siamo consapevoli che con qualche punto in più avremmo lottato per obiettivi diversi, ma posso assicurarvi che la dedizione e il lavoro ci sono sempre stati da parte di tutti, anche prima del pareggio col Crotone”.

FUTURO IN PANCHINA – “Col presidente c’è stato un abbraccio fatto di grande emozione nel finale. Per il futuro ne parleremo, ho un contratto, ma non è questo il momento, ora dobbiamo pensare solo al Benevento”.



Dinamica Media – leaderboard
MEIS – leaderboard
Dimedia – leaderboard
Elite Division – leaderboard
CFI – leaderboard