foto Filippo Rubin

Salvatore Esposito (2000) è riuscito ad attirare l’attenzione di Roberto Mancini, tanto da convincerlo a includerlo nella maxi lista da 47 convocati per gli impegni di giugno della nazionale maggiore.

Il commissario tecnico aveva avuto modo di dare un’occhiata al centrocampista della SPAL nel corso del raduno per calciatori di interesse nazionale organizzato a Coverciano allo scopo di mettere alla prova i giovani più interessanti che militano in serie A, B, campionato Primavera e tornei esteri. Vi aveva preso parte anche Lorenzo Colombo (2002), che però non è poi riuscito a entrare nella lista degli otto “aggiunti” da Mancini per gli incontri ufficiali che attendono gli Azzurri nelle prossime settimane.

Claudio Villa/Getty Images – dalla cartella stampa Figc.it

Esposito è in compagnia di Gatti (Frosinone), Scalvini (Atalanta), Ricci (Torino), Pobega (Torino), Cancellieri (Hellas Verona), Gnonto (Zurigo), Zerbin (Frosinone).

Si tratta di un riconoscimento decisamente importante per il mediano biancazzurro, a maggior ragione se si considera che nel gruppone dei 47 convocati è l’unico calciatore effettivamente di proprietà di un club di serie B. I due colleghi del Frosinone sono rispettivamente sotto il controllo di Juventus (nel caso di Gatti) e Napoli (in quello di Zerbin). Esposito diventa il quinto spallino di sempre a ricevere una chiamata da parte della nazionale maggiore. Prima di lui era toccato a Bugatti e Fontanesi negli anni Cinquanta, quindi a Meret e Lazzari in tempi più recenti (rispettivamente 2017 e 2018).

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Salvatore Esposito (@salvatore_espo6)

Considerata l’ampiezza dell’organico a disposizione di Mancini non è ovviamente detto che Esposito possa collezionare la sua prima presenza azzurra. Ma il calendario imporrà al tecnico di fare rotazioni significative. Si inizierà con la sfida tra Italia e Argentina di mercoledì 1 giugno a Wembley (Londra). Quindi si passerà agli impegni della Nations League 2022/2023. Gli Azzurri saranno un campo sabato 4 giugno contro la Germania allo stadio “Dall’Ara” di Bologna, mentre martedì 7 giugno affronteranno l’Ungheria allo Stadio “Manuzzi” di Cesena. Sabato 11 giugno l’Italia farà visita all’Inghilterra al Molineux Stadium di Wolverhampton e per finire volerà in Germania per affrontare la nazionale tedesca martedì 14 giugno al Borussia Park di Monchengladbach.

Nella stagione appena conclusa Esposito ha messo insieme 35 presenze con la SPAL, mettendo a segno 3 gol. Il suo rendimento è stato un po’ alterno, soprattutto dopo l’arrivo di Roberto Venturato al posto di Pep Clotet. L’impiego discontinuo lo ha indotto a rilasciare dichiarazioni che lasciavano trasparire un discreto malessere al riguardo. Il suo contratto scadrà nel giugno 2023, ma comprende un’opzione per un ulteriore anno. Allo stato attuale non è ancora del tutto chiaro se il suo profilo verrà messo al centro del progetto tecnico per la prossima stagione o se la SPAL intenda esaminare eventuali proposte di altre società nell’ambito della politica del “ricambio dell’aria” teorizzata dal nuovo direttore tecnico Fabio Lupo.



Dinamica Media – leaderboard
Elite Division – leaderboard
Dimedia – leaderboard
MEIS – leaderboard
CFI – leaderboard