Al termine della seconda amichevole contro il Bassa Anaunia giocata a Mezzana l’allenatore della SPAL Roberto Venturato ha risposto alle domande dei cronisti, toccando vari temi durante la conferenza stampa post-partita:

LE PRIME SENSAZIONI – “Le sensazioni sono positive perché ho visto una grande predisposizione a provare quelle cose sulle quali abbiamo lavorato, soprattutto per quanto riguarda la fase difensiva: mantenere la linea alta e capire quando avanzare oppure scappare. Ci sono state diverse situazioni favorevoli che ci hanno lasciato un riscontro positivo, nonostante i carichi di lavoro siano stati elevati. Sicuramente quello che mi è piaciuto di più è stato l’atteggiamento: disponibilità, attenzione e applicazione. Ma capiamoci, è chiaro che abbiamo ancora tanto da lavorare”.

OBIETTIVI A BREVE TERMINE –  “Dobbiamo continuare a lavorare a testa a bassa e con tanto impegno con l’obiettivo di migliorare pian piano, assimilando giorno dopo giorno qualcosa di nuovo per presentarci alla partenza della stagione con un bagaglio importante. A questo d’altronde servono le amichevoli: fare il punto della situazione ed eventualmente correggere errori e acquisire nuove conoscenze, approfondirle ed interiorizzarle, così da arrivare alla partita di Coppa Italia in buona condizione fisica e tecnica”.

IL GRUPPO – “Sicuramente ci sono degli aspetti da andare a verificare. Sono dieci giorni che lavoriamo e da questo primo scampolo di stagione è emerso che c’è qualcosa da migliorare. Sto valutando le persone che ho disposizione in questo momento, preferisco parlare di persone e non calciatori perché ci sono diverse cose cose da valutare per capire quale contributo possono dare alla causa. Credo che il gruppo si stia amalgamando bene e ha già la giusta predisposizione ad imparare e ad approfondire le conoscenze sulle quali ci stiamo focalizzando”.

I SINGOLI – “Tunjov ha grande talento sta a lui avere la capacità di trasformare le sue qualità in continuità di rendimento, di sicuro verrà preso in considerazione da qui alla fine del ritiro estivo. Murgia è un ragazzo che negli ultimi anni ha fatto un po’ fatica, ma è un giocatore dalle indubbi doti, solo che nell’ultimo periodo ha avuto qualche difficoltà ad esprimerle; il nostro obiettivo deve essere quello di metterlo nelle migliori condizioni possibili per fare vedere quello che è in grado di fare”. 

LE ASSENZE – “Quelli che non avete visto oggi sono stati vittima di problemini di natura fisica, cose di ordinaria amministrazione nel corso della prima settimana di ritiro, niente di grave o preoccupante”.

IL MERCATO – “La società si sta guardando attorno per puntellare la rosa con i tasselli che mancano, tutti gli addetti ai lavori si stanno adoperando per completare l’organico il prima possibile. Bisogna avere pazienza: il mercato è difficile e complicato”. 



Dinamica Media – leaderboard
Dimedia – leaderboard
MEIS – leaderboard
CFI – leaderboard
Elite Division – leaderboard