Finisce con un 2-2 spettacolare il confronto tra Bari e SPAL. Un risultato che senz’altro fa sorridere maggiormente i biancazzurri, abili a recuperare uno svantaggio di due gol. La prestazione dei ragazzi di mister Venturato è stata per lunghi tratti molta buona, anche se rischiava di essere vanificata da alcune incertezze difensive.

VOTO DI SQUADRA: 7 Pronti, via e subito un errore difensivo di reparto. I biancazzurri mostrano subito una buona reazione, pur rischiando sempre qualcosa sulle ripartenze degli avversari che raddoppiano in pieno recupero. Un gol che l’anno scorso sicuramente avrebbe tagliato le gambe a questa squadra, che invece stavolta è rimasta dentro la partita, facendo passare il momento di difficoltà per poi riuscire a riaprirla prima con La Mantia e poi a pareggiarla con Rabbi nel giro di cinque minuti. Segnali positivi.

ALFONSO 6,5 Spettatore non pagante fino al secondo minuto di recupero quando Antenucci, con il più classico gol dell’ex, lo batte con un diagonale dalla distanza. Resta qualche dubbio che potesse fare di più. Decisivo nella ripresa in due occasioni su Cheddira, prima nel costringerlo ad allargarsi uno contro uno e poi nel respingere il suo tiro. Fortunato, invece, sul tiro di Salcedo che quasi gli passa sotto le gambe.

DICKMANN 6 Scommette nel cercare di mettere in fuorigioco Cheddira sull’azione del vantaggio pugliese e gli va male, quando era nettamente in vantaggio rispetto all’avversario. Poi inizia a proporsi in avanti, con i soliti cross (6), ma anche con qualche tiro da lontano. Peccato per quel cross sballato nel finale, infatti si dispera.

MECCARIELLO 6 Spostato sul centro-destra per facilitare il debutto dal primo minuto di Dalle Mura, si ritrova davanti un Antenucci indiavolato che lo salta più di una volta. Viene tagliato fuori nell’azione del vantaggio. Nella ripresa prende meglio le misure e aiuta Dalle Mura a fare altrettanto. Il clamoroso salvataggio sul 2-2, a pochi passi dalla linea di porta, vale come un gol fatto.

DALLE MURA 5,5 Inizia con grandi difficoltà, perché soffre la grande fisicità di Cheddira, come in occasione del primo gol. Si ritrova caricato immediatamente di un’ammonizione e quindi deve metterci il doppio dell’attenzione. Un po’ meglio nella ripresa, fino alla sostituzione (dal 40’ s.t. VARNIER ng Qualche minuto per riprendere confidenza col campo. Fa la sua parte nella conquista del punto).

TRIPALDELLI 6 Per larghi tratti è il migliore dei quattro dietro. Attento in diverse chiusure, spinge con grande continuità sulla sinistra, anche se qualche cross potrebbe uscirgli meglio. Meno lucido nel finale, con qualche errore di troppo dovuto alla stanchezza.

PROIA 5,5 Male nel primo tempo, cresce col passare dei minuti, spostandosi anche verso il centro o sulla sinistra. Da un suo contrasto in area nasce il gol del 2-1 di La Mantia (dal 35’ s.t. PRATI 6 Primi minuti in serie B per lui, per capire che effetto fa. Gioca con prudenza, in questo caso sinonimo di intelligenza).

ESPOSITO 7 Prestazione di grande ordine e personalità, in cui smista palloni sia in ampiezza sia in verticale. Sfiora l’incrocio dei pali al 59’ su punizione.

ZANELLATO 5,5 Cerca di mettere qualità e imprevedibilità nelle giocate con alcuni lanci, galvanizzato dall’assist a La Mantia contro il Cagliari. Sul raddoppio del Bari lascia un po’ troppo spazio per tirare ad Antenucci (dal 14’ s.t RABBI 7 Entra e si fa subito notare con un assist di testa per La Mantia. Qualche minuto dopo trova il suo primo gol stagionale con un bel tiro da fuori area. Energia pura).

TUNJOV 6 Schierato a sorpresa nel ruolo di trequartista, cresce col passare dei minuti, facendosi trovare bene tra linee e combinando con i due attaccanti biancazzurri. Suo il primo tiro in porta della SPAL dal limite dell’area che Caprile allunga in angolo. Mette anche un bel pallone sulla testa di Proia (dal 14’ s.t. VALZANIA 6 Gioca semplice per prendere confidenza con i compagni).

FINOTTO 5,5 Non ha mai modo di entrare in ritmo con la squadra in possesso palla, mentre in fase difensiva assicura il solito lavoro di pressing (dal 35’ s.t. RAUTI 6 Qualche bello scatto in profondità e un tiro potente che mette in difficoltà Caprile).

LA MANTIA 7,5 Nel primo tempo il peso offensivo è tutto sulle sue spalle e lui ci prova in ogni modo possibile, sfiorando il pareggio con un colpo di testa negli ultimi minuti. Ci riprova a inizio ripresa non trovando la porta di sinistro su assist di Rauti, ma poi non perdona con una bella rovesciata nell’area piccola. Aggiunge anche un assist sul pareggio a Rabbi. Cosa gli si può chiedere di più?

VENTURATO 6,5 Sorprende un po’ tutti con Tunjov nel ruolo di trequartista e la prestazione solida del giocatore estone gli dà ragione. La coesione e la capacità di reagire, anche sotto di due gol, sono aspetti sicuramente non secondari di cui può andare molto fiero. Si è visto anche qualche passo avanti nella fluidità nel gioco, mentre alcune situazioni difensive restano ancora un notevole tallone d’Achille.



Hangar leaderboard
Leaderboard Derby 2019
Elite Division – leaderboard
Dimedia – leaderboard
Dinamica Media – leaderboard
MEIS – leaderboard
CFI – leaderboard