La SPAL cercava continuità e l’ha trovata grazie a una prestazione che sicuramente farà contento Roberto Venturato. Dopo i pareggi di Ascoli e Bari i biancazzurri vincono ancora in casa, strappando gli applausi del pubblico del “Mazza”.

VOTO DI SQUADRA 7 La SPAL del primo tempo è bella anche se imprecisa e in alcuni momenti non lascia respiro al Venezia. Nel secondo la sofferenza è stata un po’ troppa a causa del mancato raddoppio. Ma grazie a organizzazione, intensità e ferocia sono arrivati altri tre punti di fronte a un entusiasta Joe Tacopina.

ALFONSO 7,5 Costretto a mettere una pezza con un grande intervento dopo solo dieci minuti, poco dopo si esibisce anche in un dribbling d’alta scuola su Cuisance. Prodigioso anche nel secondo tempo quando viene chiamato in causa, specie in uscita su Novakovich al quarto d’ora. Attraverso un momento di forma eccezionale.

DICKMANN 6,5 Più appannato del solito sbaglia anche giocate che sono ormai il suo pane, riprendendosi alla lunga. Nel primo tempo limita un po’ troppo le sue discese, mentre nel secondo è costretto a farlo dal cambio modulo del Venezia.

VARNIER 7 Schierato titolare un po’ a sorpresa, gioca con grande pulizia ed eleganza. Commette una piccola incertezza iniziale, ma poi fa vedere a tutti perché Venturato abbia la sua stima. Se sta bene (e sembra stare bene) è un titolare inamovibile.

MECCARIELLO 6,5 Forse meno elegante del compagno di reparto, ma altrettanto efficace. Dove non arriva tecnicamente mette grinta ed esperienza, anche se gli costano un’ammonizione. Nel secondo tempo cala un po’ di intensità ed efficacia quando si soffre.

TRIPALDELLI 6,5 – Continua piano piano la crescita vista nelle ultime uscite. Gioca più disinvolto e con convinzione dei propri mezzi, creando anche la grande occasione per Moncini al quarto d’ora del primo tempo. Nel gol annullato al Venezia era rimasto alto per attivare il fuorigioco (dal 36′ s.t. CELIA 6 Fa rifiatare il compagno dopo la bella prova e ci mette la giusta dose di partecipazione in proiezione ed in copertura).

PROIA 6 Tra le pieghe del gioco quando la SPAL imposta, si fa vedere decisamente di più quando è il momento di inserirsi. Ancora non è il goleador dell’ultimo anno a Cittadella, ma un paio di incursioni e di tocchi a favore dei compagni fanno capire quanto può incidere (dal 19′ s.t. ZANELLATO 6,5 Entra per garantire maggiore copertura e arpiona almeno una mezza dozzina di palloni, ripulendoli per bene e alimentando la manovra).

ESPOSITO 7,5 Che le qualità ci fossero lo si sapeva, è l’interpretazione del ruolo a fare ora tutta la differenza. Fa da equilibratore della squadra, smistando decine di palloni con grande tranquillità. Quando deve contrastare lo fa con determinazione e generosità. Quando sbaglia lo fa perché prova a prendersi delle responsabilità. Sbocciato, definitivamente.

VALZANIA 6,5 Un po’ come Proia: non è ancora al massimo del suo potenziale, ma si dimostra un grande lottatore in mezzo al campo. Fa valere la sua fisicità quando è necessario, ed è pur sempre all’esordio da titolare dopo la mezz’ora di Bari. Fa espellere Tessmann riducendo la sofferenza finale.

MAISTRO 6 Avrebbe le qualità e i movimenti per spaccare la partita, ma spesso si intestardisce in giocate parecchio complicate. Si comporta comunque bene cercando il dialogo con le punte ed andando vicino al gol in un paio di occasioni (dal 19′ s.t. RABBI 6.5 Cambio ormai consolidato e affidabile. Svaria come al solito per tutto il campo dalla trequarti in su, e sguscia via ai difensori con promettente facilità. Solo il palo gli nega il primo gol in casa, il secondo consecutivo).

LA MANTIA 7,5 – Ormai è una sentenza. Di rado non arriva sul pallone quando è sistematicamente cercato dai compagni per le sponde. La zampata alla mezza’ora del primo tempo è da bomber vero e i quattro gol in cinque partita lo dimostrano. Più in generale è il regista offensivo della squadra (dal 36′ s.t. FINOTTO 6,5 Dieci minuti di aiuto alla squadra in difficoltà. Tocca praticamente un pallone solo nella metà campo avversaria e lo deposita in rete chiudendo la partita e la sofferenza).

MONCINI 6 Partita intensa la sua. Si dà un enorme da fare, ma sbaglia parecchi palloni, anche elementari. L’occasione fallita nella ripresa grida vendetta, ma in compenso firma l’assist per La Mantia e contribuisce con sponde e appoggi.

 

VENTURATO 7 Nel primo tempo la sua SPAL diverte e si diverte, pur ancora con qualche brivido o imprecisione di troppo. Lancia Varnier e Valzania e viene ripagato da due prove solide, in più azzecca i cambi inserendo Finotto che la chiude ad inizio recupero.

 



Hangar leaderboard
Leaderboard Derby 2019
Elite Division – leaderboard
Dimedia – leaderboard
Dinamica Media – leaderboard
MEIS – leaderboard
CFI – leaderboard