foto Paola Garbuio

Prima intervista post partita da allenatore per Daniele De Rossi, che ai microfoni di Sky ha potuto fare un’analisi sintetica della gara di Cittadella, terminata 0-0: “Non è stata una partita bellissima. Sapevamo che sarebbe potuta essere anche pericolosa perché loro hanno grandi doti atletiche e di ricerca della profondità. Noi dobbiamo lavorare sui principi che abbiamo iniziato a toccare già nei primi giorni in cui sono arrivato. Tanta gente qui a Cittadella perde, perciò cerchiamo di rimanere positivi. Possiamo fare molto meglio dal punto di vista tecnico tattico e soprattutto dal punto di vista fisico: in questo senso sono un pochino più preoccupato perché ho visto diversi giocatori in difficoltà e con i crampi, ma questo lo andremo a sistemare”.

“In questi nuovi panni mi sono sentito a mio agio: a volte mi dimenticavo un po’ di rimanere dentro l’area tecnica, ma migliorerò. Ho parlato di frequente con il quarto uomo che era una persona deliziosa. L’arbitro ha diretto un’ottima partita: la seconda espulsione non l’ho vista, mentre la prima penso proprio che ci fosse e ci avrebbe dovuto aiutare, invece abbiamo avuto troppa fretta. C’era poco spazio al centro, io chiedevo di allargare il gioco per poi rientrare con le giocate, ma non sempre riuscivamo a farlo. I ragazzi hanno fatto una partita di grande cuore e devo ringraziarli per questo e per questi primi giorni di impegno”. 

Mister De Rossi si è anche sbottonato un po’ su quello che è stato il suo discorso prepartita alla squadra: “Non mi ero preparato niente: ho provato a dire quello che mi veniva. Ho ringraziato i ragazzi per la disponibilità e ho detto che per me sarebbe stata una grande giornata. Non so se allenerò altri sei mesi o altri trent’anni, ma in ogni caso questa giornata non la dimenticherò mai. Ci ho tenuto a dire loro che era un piacere per me debuttare con un gruppo così”.



Leaderboard Spidergas 2022
Hangar leaderboard