Il proposito della SPAL di aprire le porte al pubblico in occasione degli allenamenti settimanali, al momento, è rimasto solo teorico. Il programma della settimana in corso (4-10 ottobre) prevede solo sedute a porte chiuse come ormai da consuetudine lunga e consolidata. Tuttavia qualcosa si sta muovendo e potrebbero esserci novità significative già nel corso dei prossimi giorni.

Il tema è diventato ricorrente già dalle prime settimane della nuova gestione societaria, visto che uno degli obiettivi a breve termine era (ed è) quello di riavvicinare il più possibile i tifosi alla SPAL e alla sua quotidianità.

“Ho parlato col presidente Tacopina della sua idea e penso si farà. Ovviamente dovremo stare attenti a bilanciare bene tutte le esigenze perché ci saranno giorni in cui i calciatori non dovranno distrarsi e stare concentrati esclusivamente sul campo. Però penso sia un bene che i tifosi vengano a vederci e penso saranno contenti anche i giocatori che potranno ritrovare il mondo com’era prima della pandemia“. – Pep Clotet, 17 settembre 2021

Ammesso che abbia davvero importanza, la paternità dell’idea sembra abbastanza incerta. Clotet l’ha attribuita al presidente, mentre lo stesso Tacopina ha fatto lo stesso con l’allenatore. La questione però era stata sollevata anche dal ds Zamuner già nella scorsa stagione, almeno prima che i rigidi protocolli sanitari negassero questa opportunità. Non a caso anche Pasquale Marino, l’allenatore dei biancazzurri da agosto 2020 a marzo 2021 aveva dato la sua benedizione.

“La nostra intenzione è quella di iniziare presto, il prima possibile, già la prossima settimana se tutto va bene. Ho parlato con Pep (Clotet, ndr) e lo staff tecnico, sono e siamo pronti: è una questione di logistica, ma vogliamo farlo, è importante per me, per Pep, visto che è una sua idea, e lo è per tutti i nostri tifosi”. – Joe Tacopina, 21 settembre 2021

Clotet, da parte sua, aveva indicato la settimana della sosta per gli impegni internazionali come periodo ideale per riaprire le porte ai sostenitori biancazzurri.

“Avrei voluto farlo subito, questa settimana potrebbe essere un buon momento se la società è in grado di organizzare, anche allo stadio. È importante per i tifosi e per la squadra. Aspettiamo, però non voglio fare pressioni perché magari ci sono dettagli dell’organizzazione che non conosco”. – Pep Clotet, 1 ottobre 2021

Stando alle informazioni attualmente disponibili le questioni organizzative menzionate da Clotet sembrano essere state superate, tanto per il centro “G.B. Fabbri” di via Copparo quanto per lo stadio Paolo Mazza. Resta da verificare se l’apertura inaugurale degli allenamenti, se così la si può chiamare, avverrà indipendentemente dalla presenza di Joe Tacopina o se si intende utilizzare l’occasione per un altro bagno di folla dell’avvocato italoamericano. Il ritorno di Tacopina a Ferrara è in programma nei giorni precedenti (venerdì o sabato) alla sfida col Cittadella, in programma domenica 17 ottobre.

[foto: F. Rubin]