Prima uscita ufficiale e vittoria in rimonta. Roberto Venturato può sorridere in vista del campionato, anche se il calendario lascia spazio a diversi miglioramenti di condizione fisica, di qualità della manovra e anche di composizione dell’organico. Queste le parole del tecnico spallino al termine di Empoli-SPAL di Coppa Italia.

LA PARTITA – “Come atteggiamento proviamo sempre a vincere, poi contro una squadra di serie A e con qualità come l’Empoli non è mai facile. È stata una partita difficile, abbiamo tenuto bene il campo a tratti, mentre non siamo stati bravi a mantenere il possesso palla in certe situazioni in cui cercavamo subito la verticalità e in questo momento non è facile giocare cosi. Vincere come abbiamo fatto stasera è un segno di grande compattezza e voglio ringraziare tutti, compreso chi non è sceso in campo, perché il passaggio del primo turno di Coppa Italia ci dà consapevolezza e entusiasmo”.

LE SCELTE – Esposito è un giocatore importante e in condizione in questa fase, mentre Viviani viene da un infortunio abbastanza grave con un lungo periodo di stop, quindi non può avere il ritmo partita. Maistro non ha avuto nulla, ho fatto una scelta tecnica e tattica per avere un giocatore come Rabbi che sa muoversi e attaccare gli spazi come trequartista, mettendo un giocatore davanti come Rauti che ha forza, impatto e profondità. Maistro viene da un intervento al naso, ha lavorato molto con la squadra, ma soprattutto a secco, quindi non poteva avere il ritmo partita, nonostante abbia fatto cinquanta minuti abbastanza bene. Il cambio di Murgia è stata una scelta tecnica, dovuto al fatto che in questo periodo della stagione bisogna dosare le energie e lui viene da due campionati dove non ha giocato tantissimo. Credo abbia fatto un buon primo tempo, poi ho cercato di inserire un giocatore che avesse più qualità tra le linee come è Maistro”.

IL TREQUARTISTA – Mancosu è un giocatore che sa adattarsi come mezzala, l’ha fatto anche nel campionato scorso e penso sia una soluzione che potremmo riproporre in futuro. Rabbi ha capacità di lavorare tra le linee come di fare la seconda punta perché sa tener palla, attacca lo spazio, ed ha delle buone sterzate. Ha tante possibilità e ci fornisce dinamicità e entusiasmo perché in questo momento ha voglia di mettersi in mostra”.

ATTACCANTI – La Mantia ha avuto una grande occasione, ma il fatto che sia lui che Moncini abbiamo trovato poco spazio è stato frutto dell’incapacità di tener palla quando riuscivamo a recuperarla, accorciando in avanti per tenere l’Empoli nella propria metà campo. Abbiamo faticato in questo e dobbiamo lavorare ancora molto”.

FASE DIFENSIVA – “Alcune cose le abbiamo fatte bene, in altri casi sull’errore del compagno c’è sempre stata la volontà di rimediare e recuperare”.

ARENA – “Si tratta di un giocatore con valori e qualità importanti che ha dimostrato in un campionato di categoria inferiore alla serie B. Ora deve essere bravo a mantenere equilibrio, continuità e maturare la consapevolezza dei propri mezzi”.

CONDIZIONE ATLETICA – “Un calo fisico durante la partita, al primo impegno stagionale vero, ci sta. Dobbiamo essere bravi in momenti del genere a compattarci e tenere la partita sul risultato che vogliamo; in questo qualcosa dobbiamo migliorare, in particolare nel tenere palla e far passare il momento di difficoltà”.

INFORTUNATI – Meccariello ha preso una botta sulla caviglia dolente e vedremo nei prossimi giorni l’entità del problema”.

TIFOSI – “Il tifo di Ferrara è appassionato e trasferisce tante emozioni. Noi cercheremo sempre di dare il massimo perché possano gioire e venire allo stadio con entusiasmo perché il loro calore per noi è importante”.

OBIETTIVO STAGIONALE – “Il prossimo sarà un campionato ricco di squadre con rose importanti e ambizioni. Noi veniamo da una stagione molto difficile in cui ci siamo salvati alla penultima giornata quindi dobbiamo lavorare e pensare di migliorarci, partendo da quella posizione per crescere e costruire. Già domenica ci aspetta una squadra che ha dimostrato di valere contro la Sampdoria.”.

MERCATO – “A me piace parlare dei giocatori che ho, poi per quello che riusciremo a fare da qui al 31 agosto ci sarà tutto il tempo di fare le giuste valutazioni. Fiamozzi viene da campionati importanti ed è considerato, ma non credo sia giusto parlarne stasera”.

Lascia un commento


Dinamica Media – leaderboard
Dimedia – leaderboard
MEIS – leaderboard
CFI – leaderboard
Elite Division – leaderboard