foto ufficio stampa SPAL
leaderboard myes

Per gli allenatori con l’ambizione del contratto a lungo termine la SPAL non è propriamente il luogo ideale in cui andarlo a cercare. L’avvicendamento in panchina deciso da Joe Tacopina dopo la brutta prestazione di Frosinone non fa che confermare l’instabilità tecnica che contraddistingue il club fin dall’ultima stagione di serie A.

Il 10 febbraio 2023 ricorrerà infatti il terzo anniversario dell’esonero di Leonardo Semplici, avvenuto quando al comando c’era ancora la famiglia Colombarini ed era ancora in carica il direttore sportivo Vagnati. In altre parole: gli artefici principali, assieme a Walter Mattioli, della scalata che ha riportato la SPAL ai massimi livelli.

Con l’esonero di Roberto Venturato a meno di un anno dal suo ingaggio e l’imminente insediamento del suo successore (uno tra De Rossi e Oddo, pare) diventano cinque gli allenatori del post-2020: uno ogni 7 mesi circa. Se la lunghissima esperienza di Semplici (1.891 giorni per 219 partite) ha senz’altro rappresentato una specie di anomalia per il calcio italiano, è altrettanto vero che in seguito il club, a prescindere dalle persone al comando, non è più stato in grado di aprire e chiudere una stagione con la stessa guida tecnica.

A conti fatti Venturato è l’allenatore rimasto in carica per maggior tempo potendo beneficiare, a differenza dei colleghi, della pausa estiva a cavallo tra un campionato e l’altro.

[Gli allenatori della SPAL di febbraio 2020, in ordine di durata]
1. Roberto Venturato: 278 giorni (29 partite) – proprietà Tacopina
2. Pasquale Marino: 217 giorni (34 partite) – proprietà Colombarini
2. Pep Clotet: 188 giorni (19 partite) – proprietà Tacopina
3. Luigi Di Biagio: 185 giorni * (15 partite) – proprietà Colombarini
4. Massimo Rastelli: 107 giorni (9 partite) – proprietà Colombarini

Secondo uno studio abbastanza recente (2015-2019) del CIES, il Centro Internazionale degli Studi Sportivi che ha sede in Svizzera, gli incarichi degli allenatori a livello globale hanno una durata media di circa 40 partite. Uno studio un po’ più datato (2016) sempre del CIES, inerente i maggiori campionati europei, aveva stabilito che nei primi due campionati italiani il tempo medio di permanenza di un allenatore è all’incirca di 9 mesi (273 giorni). Ovviamente si tratta di numeri che contano molto relativamente se lasciati privi di adeguato contesto e di un’analisi di merito.



Leaderboard Spidergas 2022
Hangar leaderboard