leaderboard myes

Da ormai una quindicina di giorni il nome di Andrea La Mantia (1991) contribuisce a ravvivare le cronache di mercato della serie B: il centravanti ex Empoli sembra essere molto ambito da società che puntano al salto di categoria – Reggina e Pisa – e questo dovrebbe essere sufficiente a far capire quanto sarebbe importante rimetterlo al centro del progetto tecnico biancazzurro, a maggior ragione dopo il lungo inseguimento iniziato a dicembre 2021.

D’altra parte La Mantia era arrivato in estate per rispondere all’esigenza di un giocatore d’attacco in grado di andare quantomeno in doppia cifra, in modo da chiudere una parentesi storica che ha visto la SPAL faticare terribilmente dopo gli addii di Antenucci e Petagna. Con quattro gol nelle prime cinque partite ALM19 sembrava aver spezzato il sortilegio, ma dopo l’ultima esultanza (SPAL-Venezia 2-0 dell’11 settembre 2022) non è più riuscito a entrare nel tabellino dei marcatori, ritrovandosi addirittura a fare panchina nelle ultime due gare di campionato.

In attesa di capire se La Mantia avrà modo di riscattarsi nella seconda parte di stagione, diamo un’occhiata a come si sono comportati i numeri 9 della SPAL nell’ultimo decennio nei rispettivi gironi d’andata.

SPAL 2013/2014 – LegaPro Seconda Divisione (6° posto)
Miglior marcatore nel girone d’andata: Varricchio, 13

La SPAL forte della nuova proprietà torna tra i professionisti dopo l’anno in Serie D. Il bomber della stagione, come ci si aspettava alla vigilia, è proprio il proprietario della maglia numero 9. Massimiliano Varricchio chiude l’ultimo capitolo della propria eccezionale carriera segnando la bellezza di 20 gol. La prima parte della stagione è decisamente positiva, visto che al giro di boa (17^) l’attaccante ex-Giacomense ne aveva segnati ben 13 (!). Numeri da giocatore fuori categoria, quale in effetti era in Seconda Divisione.

SPAL 2014/2015 – LegaPro (4° posto)
Miglior marcatore nel girone d’andata: Germinale, 5

Nei primi sei mesi le prestazioni di Domenico Germinale (5 reti), Giordano Fioretti (4 reti) e Mattia Finotto (3 reti) vengono valutate sotto le aspettative dall’allora ds Vagnati che decide di ingaggiare Gianmarco Zigoni dal Monza. Il Cobra risponde alla chiamata segnando 11 volte in diciannove presenze e staccando di tre reti Fioretti e Finotto, che a fine stagione ne contano otto a testa. Germinale, invece, viene ceduto nel mercato di riparazione all’Alessandria.

SPAL 2015/2016 – LegaPro (1° posto)
Miglior marcatore nel girone d’andata: Cellini, 7

Nella sua prima e unica stagione in biancazzurro Marco Cellini segna 17 reti, che contribuiscono in modo decisivo alla vittoria finale del campionato. Nella prima metà di stagione (17 partite) ne segna meno della metà – sette – rispettivamente una e due in più dei compagni d’attacco Finotto e Zigoni, che chiuderanno appaiati a quota 11. Grande merito di avere ben tre centravanti in doppia cifra va dato a Leonardo Semplici e alla sua abilità nell’alternarli in maniera intelligente per tutta la stagione.

SPAL 2016/2017 – Serie B (1° posto)
Miglior marcatore nel girone d’andata: Antenucci, 8

Il nove sulla maglia lo portava Alberto Cerri, su cui erano riposte grandi aspettative in chiave-gol. Esperimento fallito, forse l’unico di quell’anno. Il bomber della stagione è per distacco Mirco Antenucci, anche lui alla prima esperienza in maglia biancazzurra, con 18 gol totali in campionato. L’avvio non era stato dei migliori visto che l’attaccante si era sbloccato soltanto alla settima giornata (SPAL-Salernitana 3-2) ma al giro di boa (21^ giornata) ci è arrivato comunque con 8 gol, due in più di Zigoni.

SPAL 2017/2018 – Serie A (17° posto)
Migliori marcatori nel girone d’andata: Antenucci e Paloschi, 4

Mirco Antenucci si conferma il miglior marcatore della SPAL anche l’anno successivo, il primo di serie A, segnando 11 gol e risultando, in un’annata difficile, l’unico componente della rosa ad andare in doppia cifra. Nella prima parte di stagione soffre e segna “solo” 4 gol (di cui due su rigore), gli stessi del compagno di reparto Alberto Paloschi, che però differentemente dal collega chiuderà la stagione peggiorando, con un totale di 7 reti.

SPAL 2018/2019 – Serie A (13° posto)
Miglior marcatore nel girone d’andata: Petagna, 6

Se Cellini e Antenucci potevano anche essere considerati “seconde punte”, con Andrea Petagna il capocannoniere torna inequivocabilmente ad essere un 9, anche se con caratteristiche un po’ atipiche. Nella sua prima stagione a Ferrara Petagna trafigge il portiere avversario 16 volte, dieci in più del secondo bomber di squadra (Kurtic) e sei in più più di Antenucci, Floccari e Paloschi messi insieme (10). Nelle prime 19 partite il bottino dell’attuale centravanti del Monza è di 6 gol.

SPAL 2019/2020 – Serie A (20° posto)
Miglior marcatore nel girone d’andata: Petagna, 6

Ancora Andrea Petagna si rileva essere il miglior marcatore della squadra con 12 reti, egualmente distribuite (6) tra girone d’andata e girone di ritorno. Tutto il resto della squadra, sommato, ne segna 15. E la SPAL retrocede mestamente da ultima in classifica.

SPAL 2020/2021 – Serie B (9° posto)
Miglior marcatore nel girone d’andata: Valoti, 5

Dalla stagione 1991/1992 il miglior marcatore della SPAL a fine stagione era sempre stato un attaccante. In quell’annata Giorgio Zamuner segnò dieci reti, una in meno di quelle che sarebbero servite ventinove anni più tardi dopo a Mattia Valoti per ottenere il medesimo risultato personale. All’inizio del girone di ritorno Valoti partiva già in pole-position grazie alle 5 reti messe a segno nelle prime diciannove giornate. Accanto a lui c’era Paloschi, sulla cui schiena c’era proprio il numero tipico del goleador, ma che avrebbe finito la stagione segnando solamente in altre due occasioni.

SPAL 2021/2022 – Serie B (15° posto)
Miglior marcatore nel girone d’andata: Colombo, 6

Il titolo di miglior marcatore se lo dividono il giovane numero 9 Lorenzo Colombo e Marco Mancosu. Entrambi si dimostrano bomber al minimo storico visto che chiudono la stagione con 6 reti ciascuno. Per trovare un capocannoniere spallino con così pochi gol bisogna tornare alla stagione 1988/1989, in cui la SPAL retrocesse in C2 e il giocatore più prolifico della squadra fu Riccardo Monguzzi, anche lui autore di sei reti. Colombo le segna tutte e 6 nel girone d’andata, mantenendo la media dei suoi predecessori, ma poi scompare, mentre il trequartista sardo gira alla boa con 4 centri.



Leaderboard Spidergas 2022
Hangar leaderboard